Focus tra le professioni più richieste dal mercato: chi è l’Addetto Paghe e Contributi.

Focus tra le professioni più richieste dal mercato: chi è l’Addetto Paghe e Contributi.

Oggi ci occupiamo di segnalare una professione molto interessante, soprattutto considerando che, per accedervi, basta il diploma in ragioneria e un buon corso di formazione

Negli ultimi anni le figure relative al settore Human Resources Administration sono risultate essere sempre tra le più ricercate e, senza nessuna sorpresa, si conferma tra queste anche l’Addetto Paghe e Contributi, nonostante possa essere definita una professione classica.

L’Addetto Paghe e Contributi è una delle figure più difficili da trovare per le aziende italiane. Il settore paghe e contributi è caratterizzato da una notevole immobilità dei professionisti: l’addetto paghe è solitamente molto restio a cambiare società. Diverse le motivazioni, tra queste sicuramente il fatto che quando il professionista si è ben inserito nell’organizzazione, ed è ormai in grado di gestire la complessità della stessa, non desidera ricominciare tutto in un’altra azienda, anche per uno stipendio superiore.

A darci un’idea degli stipendi è Page Personnel, colosso internazionale nella ricerca del personale, che stima una media di 25mila euro annui netti.

Uno stipendio molto interessante, superiore alla media, soprattutto considerando che per accedere alla professione, la laurea in materie giuridiche o economiche è gradita, ma non obbligatoria; e anche con un diploma di ragioneria e un buon corso di formazione è possibile acquisire tutte le competenze e la professionalità richieste dal mercato.

Che cosa fa l’addetto paghe e contributi:

  • inserisce i nuovi assunti nell’organico aziendale
  • calcola la retribuzione per ogni tipologia di contratto e livello di inquadramento
  • calcola le trattenute fiscali e previdenziali, le indennità, gli straordinari, ecc.
  • gestisce le procedure automatiche e amministrative per la retribuzione del personale
  • si aggiorna riguardo le frequenti innovazioni legislative
  • gestisce l’archivio storico del personale interno ed esterno
  • gestisce le relazioni con le agenzie di ricerca del personale

Sbocchi Occupazionali

Ottime possibilità di inserirsi facilmente in azienda. Il tecnico di amministrazione del personale lavora sia all’interno di un’organizzazione, nell’ufficio dell’amministrazione che si occupa del personale, oppure presso studi di consulenza del lavoro dove, a seconda delle richieste dei clienti, può svolgere tutti o alcuni dei compiti precedentemente indicati.

Scopri di più

Per conoscere i dettagli della professione contatta le nostri sedi accreditate

Share This