TSS Formazione e Lavoro

Fare o non fare il Corso SAB ex REC, questo è il dilemma!

Chiariamo quali sono i requisiti per aprire un’attività di somministrazione alimenti e bevande e chi deve svolgere il corso SAB (corso Somministrazione Alimenti e Bevande).
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Finalmente hai deciso, vuoi aprire il tuo bar, il tuo ristorante o il chioschetto sulla spiaggia che hai sempre sognato. Non vuoi più aspettare l’occasione lavorativa della tua vita, vuoi creartela diventando imprenditore di te stesso. È un passo importante, ed è giusto che tu sappia ogni minimo dettaglio su tutto ciò che dovrai affrontare per realizzare il tuo obiettivo.

Cosa serve per aprire un bar/ristorante. Cosa serve per rilevare un bar/ristorante?

Se desideri aprire un’attività dove avviene la somministrazione di alimenti e bevande devi essere in possesso dei requisiti morali e professionali per poter iniziare.

Il Corso SAB (corso ex rec), in particolare, rientra tra i requisiti professionali (è la licenza somministrazione alimenti e bevande). Esistono delle regole precise che sanciscono l’obbligo di seguire uno specifico percorso qualora non si fosse in possesso dei requisiti. Il Corso SAB sostituisce quello che in passato era chiamato corso REC (Registro Esercenti Commercio) ed è richiesto in ogni regione, sebbene possa avere durate e costi differenti.

Chi deve seguire il Corso SAB?

I corsi SAB sono obbligatori a meno che non si abbia maturato una sufficiente esperienza lavorativa o frequentato un percorso di studi specifico.

A tal riguardo il D.lgs. 59/2010 stabilisce che chiunque eserciti, in qualsiasi forma, un’attività di commercio relativa al settore merceologico alimentare e/o un’attività di somministrazione alimenti e bevande deve essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti professionali:

  1. Aver lavorato per almeno due anni anche non continuativi negli ultimi cinque presso imprese esercenti l’attività nel settore alimentare e/o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande;
  2. Essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, o di qualifica professionale triennale, in materie attinenti al commercio e alla preparazione e somministrazione di prodotti alimentari.

Nel caso non si rientri in nessuna delle categorie precedenti è necessario ottenere l’attestato somministrazione alimenti e bevande, obbligatorio su tutto il territorio nazionale.

Qual è il programma di studio previsto per conseguire l’attestato sab?

Il corso SAB, della durata di minimo 130 ore, ha l’obiettivo di dare tutte le nozioni utili per effettuare l’assistenza alla clientela, la gestione dell’esercizio commerciale e la predisposizione di tutte le condizioni operative per la vendita e la somministrazione nel rispetto delle norme di igiene e sicurezza.

Sono 6 le aree tematiche da affrontare:

  • Igienico Sanitaria
  • Merceologia e somministrazione di alimenti (specifico per la licenza alimentare)
  • Legislazione e gestione aziendale
  • Amministrazione e legislazione fiscale
  • Marketing e tecniche di promozione
  • Legislazione del lavoro

Chi si occupa unicamente della vendita del prodotto può essere esonerato dal dover seguire il corso SAB?

La risposta è NO, il corso è stato unificato. Prima, infatti, era previsto un corso per la somministrazione (ad esempio chi stappa una bottiglia di vino per servirlo nel bicchiere del cliente) e uno per chi vende (chi vende solo la bottiglia di vino). A seguito dell’unificazione dei corsi ora anche chi apre un e-commerce di prodotti alimentari o bevande deve necessariamente seguire un corso SAB per poter ottenere dal comune l’autorizzazione (sì, il comune, perché mentre in precedenza le nuove attività dovevano effettuare l’iscrizione al REC presente nella propria Camera di Commercio, ora, con l’abolizione del REC, la domanda per aprire la propria attività deve essere presentata telematicamente al comune di riferimento).

Anche gli artigiani che producono direttamente (ad esempio pane, pizza, gelato ecc.), devono seguire il corso SAB?

La risposta è SI’. Qualora l’artigiano non abbia una qualifica professionale (come ad esempio Addetto alla panificazione), è obbligatorio che frequenti un corso SAB, sebbene le attività artigianali seguano solo parte del protocollo HACCP.

Attestato haccp cos’è? Qual è la differenza tra Corso SAB e Attestato HACCP?

Il corso SAB fornisce il requisito necessario per aprire un’attività di commercio (enoteche, frutta e verdura, alimentari, ecc.) e somministrazione (bar, ristoranti, pub, birrerie, ecc.). Tale requisito lo deve avere il titolare, uno dei soci o un preposto e non scade mai.

Il corso HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Point), comunemente chiamato corso OSA (Operatore Settore Alimentare) o corso ex libretto sanitario, è il corso individuale che ogni operatore del settore alimentare addetto alla manipolazione degli alimenti deve avere nel momento in cui inizia a lavorare. Tale corso ha una durata che varia da Regione a Regione ed anche la scadenza varia.

Quali sono i Corsi SAB riconosciuti?

I corsi SAB sono organizzati in tutte le regioni italiane, sono di diversa durata e modalità di frequenza a seconda della Regione. I titolari o soci di attività possono frequentare il corso SAB nella Regione o Città che preferiscono e poi con l’attestato ottenuto possono aprire in tutta Italia.

Corso SAB online – È obbligatorio seguire il corso in aula?

Regione Lombardia definisce l’obbligatorietà della formazione in aula con una frequenza non inferiore all’80% delle ore complessive del percorso.

A chi affidarti per frequentare il percorso abilitante ed essere seguiti passo passo per l’apertura dell’attività?

TSS, ente di formazione accreditato dalla Regione Lombardia è presente in  4 sedi: Milano, Varese, Brescia e Bergamo .

Negli ultimi anni sono stati svolti centinaia di corsi SAB e grazie ai servizi messi a disposizione per le aziende è possibile seguire un percorso di avvio e supporto per lo sviluppo dell’idea imprenditoriale con il supporto in differenti aree da parte di professionisti esperti: 

  • sicurezza e igiene  
  • marketing e tecniche di promozione 
  • contabilità 
  • sviluppo di orientamento al business
  • tecniche di bar e somministrazione

I casi di successo sono sempre di più (leggi le loro storie cliccando qui) , per questo TSS ha deciso di offrire un servizio professionale con docenti e consulenti altamente specializzati e con la garanzia di partenza certa del corso per ogni data prefissata. 

Inoltre, grazie agli incentivi previsti dal bando Dote unica lavoro, per chi è in possesso dei requisiti sono garantiti servizi di orientamento in itinere totalmente gratuiti. Per saperne di più visita la nostra pagina dei corsi in partenza e scopri le date dei prossimi percorsi formativi per aprire FINALMENTE la tua attività.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti e impara dai migliori
Altri articoli

Utilizziamo i cookie 🍪 per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.