TSS Formazione e Lavoro

Lavorare come Magazziniere? Una figura sempre richiesta.

Il magazziniere è in vetta tra le professioni più ricercate. Vediamo cosa fa, quanto guadagna e quali requisiti deve avere per essere un profilo interessante.
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Stando ai dati forniti da Anpal / Unioncamere nella classifica dei lavoratori più richiesti in Italia abbiamo il Magazziniere, o volendo possiamo dire anche Addetto alla logistica.

Tra i profili più ricercati in Italia ci sono:

  • badanti;
  • pulizia uffici e negozi;
  • magazzinieri;
  • addetti alle mense;
  • custodi;
  • camerieri;
  • cassieri;
  • autisti.

A detta di alcuni, sono lavori “poco appetibili” rispetto ad altre professioni, lavori che “nessuno vorrebbe fare“. Infatti molto spesso sono proprio gli stranieri a ricoprire tali ruoli. Tuttavia è anche vero che le aziende ricercano figure professionali preparate e con la giusta esperienza, che spesso scarseggia tra i giovani.

Le offerte di lavoro magazziniere sono tantissime, presenti in tutta Italia. La domanda è aumentata soprattutto negli ultimi anni, grazie alla digitalizzazione, l’iper connessione e lo sviluppo sempre più crescente di e-commerce e marketplace.

Vediamo nel dettaglio un addetto alla logistica di magazzino che requisiti deve avere per iniziare anche sin da subito a lavorare. 

 

Magazziniere cosa fa

Il magazziniere ha il compito di gestire il magazzino occupandosi della ricezione, dello stoccaggio e della spedizione delle merci.

E’ una delle professioni più complesse, proprio per la sua varietà di compiti e responsabilità, per questo è necessario conoscere bene cosa realmente vogliono le aziende da una figura come questa.

Principali mansioni svolte:

  • ricevere la merce
  • verificare la documentazione;
  • ispezionare la merce  (controllare che sia corretta e integra);
  • immagazzinare e conservare in un’area specifica di magazzino (stoccaggio);
  • pianificare le attività di prelievo;
  • prelevare le merci;
  • controllare e preparare gli ordini per la spedizione;
  • scegliere l’imballaggio e il pacco;
  • controllare modello, quantità, peso e volume del collo da inviare; 
  • etichettare e spedire
  • gestire i ritiri dei clienti;
  • fare l’inventario del magazzino;
  • controllare le giacenze;

La lista descrive le principali mansioni svolte da un magazziniere, ma possono variare e non sempre viene richiesto di svolgerle tutte.

Le aziende che ricercano addetti alla logistica hanno una loro organizzazione per gestire al meglio il loro magazzino, quindi tutto varia in base a quelle che sono le reali esigenze.

 

Stipendi Magazzinieri

Secondo quanto riportato dal portale di ricerca lavoro Talent.com, lo stipendio di un Magazziniere si aggira intorno ai 1.300€ netti al mese (fonte “Stipendio Magazziniere in Italia Talent.com“). Si tratta in media di 15.936€ all’anno o 8.17€ all’ora.

Le prime esperienze percepiscono uno stipendio medio di 14.400€ all’anno, mentre i lavoratori con più anni di esperienza guadagnano fino a 22.500€ all’anno.

 

Come diventare un addetto al magazzino

Se stai pensando che tutti sono in grado di ricoprire il ruolo di magazziniere ti sbagli. Molto spesso si pensa che si tratti di un lavoro che non richiede formazione, ma non è affatto così. Molte fasi della produzione, della distribuzione e della vendita sono cambiate nel corso degli anni, di conseguenza anche il settore logistico è profondamente cambiato. Nascono nuove mansioni e competenze specifiche.

Per fare il magazziniere è sufficiente il diploma di scuola superiore, ma non basta: diventa determinante frequentare corsi di formazione professionale specifici. Percorsi pratici e utili per comprendere come si usano i principali macchinari per il trasporto merce, i dispositivi per la gestione dei colli, come occuparsi della documentazione e molto altro.

Cosa è indispensabile apprendere in un corso di formazione addetto alla logistica:

  • saper gestire la documentazione di trasporto, in particolare conoscere i principali software gestionali utilizzati nel settore;
  • possedere il patentino muletto. Doveroso fare tanta pratica con questi mezzi;
  • conoscere le lingue straniere. Lavorare nel mondo dei trasporti vuol dire anche lavorare con persone di diverse nazionalità e quindi bisogna conoscere altre lingue.

Più importante di tutti è possedere il patentino per la guida di carrelli elevatori. Il suggerimento è giocare d’anticipo e presentarsi già munito di attestato del corso muletto. 

 

I percorsi professionali da seguire per il settore Logistico

TSS, società di formazione e consulenza per aziende e privati accreditata da Regione Lombardia, ti propone due possibili percorsi formativi del settore Logistico:

  • Corso Addetto alla logistica (84 ore), con incluso il patentino del muletto (corso magazziniere completo con incluso la formazione per mulettista);
  • Corso Guida di carrelli elevatori (12 ore), per chi ha già maturato un minimo di esperienza nel settore o necessita del patentino muletto per inserimento immediato. 

Sono percorsi specifici e utili per iniziare sin da subito a lavorare in quest’area. In più, il corso Addetto alla logistica può essere frequentato GRATUITAMENTE se in possesso dei requisiti previsti dal Bando DOTE UNICA LAVORO (disoccupati residenti in Regione Lombardia).

Per ulteriori informazioni chiama al nr. verde 800 300 818 o scrivi a support@targetsolution.it.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti e impara dai migliori
Altri articoli
Formazione

Come diventare agente immobiliare oggi

Vuoi diventare agente immobiliare? Scopri il percorso da seguire, i requisiti necessari, le mansioni che svolge e le skills che deve possedere un agente oggi.

Richiedi informazioni

Leggi i termini prima di proseguire

TSS utilizzerà le informazioni fornite in questo modulo per essere in contatto con voi e per fornire aggiornamenti. Per favore fateci sapere tutti i modi in cui vorreste rimanere in contatto.

DOWNLOAD TEMPLATE CV

DOWNLOAD TEMPLATE CV